Il bar come una foresta di bambù

bar-foresta-bambu-a Kontum Indochine Café è un bar in bambù parte di un complesso alberghiero lungo il fiume Dakbla, nella città di Kontum, in Vietnam: è adiacente al Dakbla Bridge, ed è utilizzato comecaffetteria per la colazione, la cena ed il tè per gli ospiti dell’hotel, oltre che come sala banchetti semi-esterna per le cerimonie nuziali. L’edificio principale ha pianta rettangolare, ed è circondato da un lago artificiale poco profondo. Tutte le facciate sono aperte verso l’esterno:

la facciata sud si affaccia sulla strada principale lungo il Dakbla River, la parte est verso la strada di servizio, quella ad ovest su un ristorante appartenente al complesso alberghiero e il nord alla cucina annessa. Fornendo ombra sotto il tetto di bambù e massimizzando il flusso d’aria fresca attraverso la superficie dell’acqua del lago, lo spazio interno a cielo aperto opera con successo anche in un clima tropicale, senza necessità di utilizzare aria condizionata. Il tetto è coperto da pannelli di plastica rinforzati con fibre e paglia. I pannelli sintetici traslucidi sono in parte esposti nel soffitto per fornire luce naturale al centro profondo dello spazio sotto il tetto.

bar-foresta-bambu-b bar-foresta-bambu-c bar-foresta-bambu-d bar-foresta-bambu-e

Il tetto dell’edificio principale è sostenuto da una struttura di bambù puro composta da 15 unità a forma di cono rovesciatoLa forma è ispirata dal cesto tradizionali vietnamita per la pescache si restringe gradualmente dall’alto verso la base. La struttura così generata è aperta, e massimizza il flusso del vento nell’edificio durante l’estate, mentre è in grado di resistere a dure tempeste durante la stagione ventosa.

Le colonne di bambù creano un rivestimento interno che dà l’impressione di essere in una foresta di bambù. Il progetto si propone di utilizzare il bambù in edilizia, rispettandone la natura e le caratteristiche, creando uno spazio unico.

Per realizzare Kontum Indochine Café sono stati utilizzati metodi di trattamento tradizionali, come l’immersione nel fango ed il fumo di essiccazione, ed una bassa tecnologia, fatta di dettagli comuni, come chiodi ratten e legatura; tutti gli elementi per il fissaggio sono in bambù e non in acciaio. Le colonne di così realizzate sono state realizzate come prefabbricati prima della loro erezione, per raggiungere la qualità e la precisione adeguata.

Il progetto, firmato da Vo Trong Nghia Architetti è stato pensato senza pareti, per  permettere una vista ininterrotta del  paesaggio circostante.

( Articolo preso da “architetturaecosostenibile.it” )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *